Chi Sono

Giornalista Freelance e Libero Professionista, esperto di Pubbliche Relazioni e Comunicazione.

Borsista di ricerca presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Dipartimento di Management.

Sono Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale e Culturale Scrapycle, che realizza, organizza e promuove progetti legati allo sviluppo sostenibile in ambito sociale, culturale ed economico, Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale e Culturale UniPapiro, che si batte per la conservazione e la diffusione della tradizione patavina del papiro di laurea.

IMG_1724

Sono nato a Padova nell’87. Dopo la maturità classica al Tito mi sono      dato alla poesia. Ho pubblicato una raccolta nel 2008, anno in cui sono   stato tra i premiati del concorso internazionale di Poesia Mario Soldati. Lo stesso anno, mi sono iscritto alla facoltà di Lettere della Sapienza a Roma e durante il periodo universitario ho lavorato per il mensile di approfondimento culturale Riflessi Online. Nel 2012 ho terminato l’Università e ho scritto tre “bignami” di letteratura italiana (Manzoni, Pirandello, Leopardi) per la casa editrice GoodMood Edizioni Sonore. Nello stesso periodo ho pubblicato alcuni racconti sulla rivista Il Paradiso degli Orchi, altri invece, con alcune poesie, in un ebook edito da GoodMood dal titolo A testa in giù. Dal 2014 (anno, tra le altre cose, della mia iscrizione all’Albo dei Giornalisti) sono uno degli autori del blog de Il Milanese Imbruttito per il quale ho realizzato diverse interviste, incontrando grandi del cinema, della musica e dello sport. Durante la prima parte del 2016 ho collaborato con la redazione patavina di 2Night scrivendo diversi articoli e recensendo vari ristoranti e locali e, al contempo, ho lavorato come copywriter per una digital company del vicentino. A partire da luglio dello stesso anno ho organizzato diversi eventi culturali e promosso il lavoro di artisti e designer.

Le differenze sono un ponte, tra l’individuo e l’universo. È esplorandole che impariamo a conoscere, è l’inconsueto che cattura la nostra curiosità. A volte fanno paura, perché non sappiamo cosa troveremo dall’altra parte:

“Attraversarle potrebbe cambiarci? Perderemo qualcosa?”

Per rispondere a queste domande, per smettere di avere paura, dobbiamo fuggire l’ignoranza, dobbiamo conoscere noi stessi, la nostra cultura, la nostra società, avere gli strumenti per guardare oltre il ponte, consapevoli che il viaggio e le sue conseguenze saranno sempre il risultato di una scelta libera e consapevole.

Insieme guarderemo al nostro passato, alla storia d’Italia, delle sue differenze, per conoscere noi stessi e attraversare ogni ponte, esplorando la realtà quotidiana, con occhio critico e desiderio di conoscenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...